Atelier creativi: innovazione nella scuola primaria con CRIAD E FabLab Romagna

Gli Atelier Creativi sono un’interessante innovazione inserita del Piano Nazionale Scuola Digitale, sui quali circa un anno fa, esattamente il 16 marzo 2016, il Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca (MIUR) ha indetto un avviso pubblico per la loro progettazione e realizzazione nell’ambito delle scuole primarie, prevedendo un contributo, per ogni singolo Istituto vincente, di 15.000 euro.

Ma, in concreto, di cosa si tratta? Non certamente di aule informatiche, ma di spazi e ambienti innovativi per la manualità, l’artigianato, la creatività e le tecnologie, all’interno dei quali il digitale non sarà il centro delle attività, ma una sorta di “tappeto”, una base e un supporto, sul quale gli alunni potranno contare per mettere a frutto la propria fantasia, la voglia di produrre e competenze trasversali multi-disciplinari. In questi contesti, per gli alunni, sarà importante l’uso critico dei media e un approccio tramite il pensiero computazionale finalizzato ad una capacità di problem solving.

A Cesena, grazie al supporto del CRIAD (Centro di Ricerche e Studi per l’Informatica Applicata alla Didattica), emazione di Ser.In.Ar. e di FabLab Romagna, due Istituti scolastici (il 2° e il 3° Circolo, con la scuola primaria Carducci come proponente) hanno partecipato a tale bando per concorrere al finanziamento.

“E’ di pochi giorni fa – affermano Alessandro Ricci, direttore di CRIAD e Andrea Vaccari, presidente di FabLab Romagna (nella foto)– la pubblicazione della graduatoria da parte del Ministero e, con soddisfazione, abbiamo appreso che entrambi gli istituti si sono aggiudicati il bando, posizionandosi al 6° e al 31° posto in Emilia Romagna. Si tratta per Cesena – e anche per gli enti che rappresentiamo – di un riconoscimento importante, che testimonia i caratteri innovativi della didattica in tali scuole primarie e l’interessante sinergia nata fra tali livelli formativi e quelli superiori e universitari, a cui fanno riferimento i nostri organismi”.

La collaborazione di CRIAD e FabLab Romagna, già presente presso la scuola primaria Carducci, con il progetto “Cogito” sul Pensiero Computazionale, fin dall’anno scolastico 2015/2016, si svilupperà, a breve, in entrambe gli Istituti con l’allestimento degli atelier creativi, così come previsto nella fase progettuale.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *