Consulta Universitaria degli studenti di Cesena: online il questionario per migliorare il Campus

Da oggi è finalmente online – al link http://www.unibo.it/indagineuniversitariacesena – il questionario che va a indagare – ascoltando l’opinione di tutti gli studenti del Campus di Cesena – i servizi che proprio gli stessi ragazzi vanno ogni giorno ad utilizzare. Chi meglio dell’utilizzatore può giudicare il servizio che gli viene offerto?

Proprio con questo pensiero – ormai da un anno – la Consulta Universitaria, il cui presidente è Mirko Grammatico (nella foto), si è fatta promotrice di una politica studentesca accorta ed in ascolto per migliorare sempre più la città di studi. Il questionario è suddiviso in cinque macro categorie – affitti, mense, trasporti, biblioteche/aule studio e nuovo Campus – con domande che vanno ad indagare i servizi, ma che, tuttavia, si fanno già portatrici di idee. I risultati, che arriveranno dopo novembre, serviranno alla Consulta per approntare idee e progetti per migliorare la vita studentesca nella città di Cesena,. I medesimi risultati verranno poi consegnati all’Amministrazione Comunale, all’Assessore all’Università Francesca Lucchi, all’Università di Bologna, alla Prorettrice agli Studenti Elena Trombini ed alla Direttrice di ER.GO, Patrizia Mondin.

Gli attori istituzionali hanno appoggiato sin da subito l’idea di andare a intervistare gli studenti sui servizi che gli vengono offerti – senza avere paura della risposta – perché solo in questo modo – e cioè chiedendo ai diretti interessati – è possibile, poi, lavorare per migliorare il Campus, anche in previsione dell’apertura, prevista a settembre 2018, del nuovo Campus in zona Ex Zuccherificio che avrà necessità di trasporti, punti ristoro e servizi di qualità.

“Questo questionario – spiega Mirko Grammatico – si basa proprio sulla costruzione del nuovo polo e, dopo averlo potuto vedere lo scorso venerdì 22 settembre insieme al sindaco Paolo Lucchi e al Magnifico Rettore Francesco Ubertini – ci siamo potuti rendere conto che bisogna arrivare all’inaugurazione del primo building di Ingegneria-Architettura preparati, con idee, progetti e servizi da mettere subito in pratica, senza aspettare altro tempo, per ricostruire tutta una zona che avrà finalmente il tassello finale, cioè l’Università”.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *